“Super Ciuck alla riscossa” La rinascita di un cortometraggio

La passione per la storia e gli eventi locali raccontati attraverso la fotografia e la videocreatività

“Super Ciuck alla riscossa” La rinascita di un cortometraggio

Nel 1978, un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova si reca a Siena per girare un cortometraggio nel famoso Palio. Con passione e talento, il regista Alberto cattura l'essenza di Siena, mentre io dono alla sua opera una colonna sonora coinvolgente. Questa esperienza ci ha insegnato l'importanza della passione e della creatività nel perseguire i nostri sogni. #cortometraggio #Siena #passione

Il sogno di Alberto

Siamo nel 1978 e parte della classe quarta sezione B del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova è in gita a Siena. Tra gli studenti c’è anche il caro amico Alberto, un vero appassionato di cinema e un abile regista in super 8.

Sin dall’inizio del viaggio, Alberto aveva in mente un progetto ambizioso: documentare la loro permanenza in questa splendida città e girare un cortometraggio proprio nella famosa Piazza del Campo, teatro del Palio di Siena, uno degli eventi più attesi dell’anno.

Alberto, con la sua determinazione e il suo talento, sapeva esattamente cosa voleva ottenere. Voleva catturare l’essenza e l’energia di Siena, rendendo il suo cortometraggio un’autentica opera d’arte.

Tutti i ragazzi erano entusiasti di partecipare a questo progetto e, sotto la guida di Alberto, si sono messi all’opera.


Siena: un viaggio nel tempo

Il cortometraggio, girato rigorosamente in pellicola super 8 per conservarne l’autenticità, è stato poi montato da Alberto.

Nonostante il film fosse privo di suoni, la sua maestria nel raccontare una storia attraverso le immagini era così potente che il corto avrebbe potuto rimanere muto senza perdere la sua bellezza intrinseca.

Anni dopo, ho avuto l’opportunità di rivedere questo filmato e ho deciso di aggiungere una colonna sonora, effetti speciali e titoli adeguati per rendere l’esperienza ancora più coinvolgente.

Volevo donare una maggiore completezza a un’opera che già era di per sé completa.

Con cura e rispetto per l’originale, ho sonorizzato il cortometraggio, scegliendo con attenzione brani musicali che si adattassero perfettamente alle atmosfere e alle emozioni che Alberto aveva creato.

La storia raccontata nel cortometraggio era una vera e propria avventura.

Nel 1978, un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova si reca a Siena per girare un cortometraggio nel famoso Palio. Con passione e talento, il regista Alberto cattura l'essenza di Siena, mentre io dono alla sua opera una colonna sonora coinvolgente. Questa esperienza ci ha insegnato l'importanza della passione e della creatività nel perseguire i nostri sogni. #cortometraggio #Siena #passione

Nel 1978, un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova si reca a Siena per girare un cortometraggio nel famoso Palio. Con passione e talento, il regista Alberto cattura l'essenza di Siena, mentre io dono alla sua opera una colonna sonora coinvolgente. Questa esperienza ci ha insegnato l'importanza della passione e della creatività nel perseguire i nostri sogni. #cortometraggio #Siena #passione

Un amore in pericolo

Il protagonista, interpretato da Antonio, doveva affrontare una banda di criminali all’interno del Palazzo Pubblico per salvare la sua amata, interpretata da Alessandra.

L’intricata trama si sviluppava tra le magnifiche sale del palazzo e culminava in una lotta epica dove Antonio, grazie alla sua forza fisica e ai suoi super poteri, aveva la meglio sui malviventi.

I combattimenti erano coreografati con maestria, creando una tensione palpabile e coinvolgendo lo spettatore in una scazzottata senza precedenti.


Antonio e Alessandra: un amore in super 8

La bravura di Antonio nel rappresentare l’eroe e la bellezza di Alessandra nel ruolo dell’amata in pericolo erano talmente straordinarie che davano vita a una vera e propria storia d’amore che catturava l’attenzione di tutti.

Antonio era un attore dotato di un talento eccezionale. Aveva la capacità di trasformarsi completamente nel personaggio che interpretava, abbracciandone l’anima e donandogli vita attraverso ogni movimento, ogni gesto e ogni parola. Il suo modo di esprimersi era così eloquente che riusciva a comunicare anche senza pronunciare una sola parola.

Alessandra, d’altra parte, era una bellissima donna. I suoi lineamenti delicati e gli occhi profondi raccontavano storie di amori impossibili e passioni travolgenti. Era impossibile non innamorarsi di lei.

La bravura di Antonio e la bellezza di Alessandra rimarranno per sempre impresse nella memoria di coloro che hanno avuto la fortuna di assistere alle loro performance, lasciando un segno indelebile nella storia del cinema in super 8.


Nel 1978, un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova si reca a Siena per girare un cortometraggio nel famoso Palio. Con passione e talento, il regista Alberto cattura l'essenza di Siena, mentre io dono alla sua opera una colonna sonora coinvolgente. Questa esperienza ci ha insegnato l'importanza della passione e della creatività nel perseguire i nostri sogni. #cortometraggio #Siena #passione

Super Ciuck: il finale a sorpresa

Tuttavia, l’eroe non aveva considerato Super Ciuck, impersonato da Daniele, un altro studente. Il personaggio era ispirato a Superciuk, creato da Max Bunker per la serie a fumetti Alan Ford.

Super Ciuck, grazie a una fiatata alcolica dall’odore nauseante, si inseriva nella scena finale mettendo definitivamente fuori combattimento Antonio.

Questo inatteso colpo di scena aggiungeva un elemento di sorpresa e imprevedibilità al cortometraggio, rendendo il finale ancora più avvincente e con una vena di comicità.

Il lavoro di Alberto e il mio contributo nella sonorizzazione hanno permesso di arricchire il cortometraggio, portando in vita un’opera che aveva il potenziale per diventare un vero e proprio capolavoro.


Siena: la città dei sogni

Questa indimenticabile esperienza a Siena ha rappresentato per noi un vero e proprio trampolino di lancio verso la realizzazione dei nostri sogni più grandi.

Ogni singolo istante trascorso durante la creazione del nostro cortometraggio è stato un tributo alla passione che ci animava e alla fervida creatività che ci guidava.

Ci siamo immersi completamente nel mondo della produzione cinematografica, mettendo in gioco le nostre capacità tecniche e artistiche per dare vita ad un’opera che fosse davvero unica nel suo genere.

La città di Siena è stata la cornice perfetta per la nostra avventura. Le sue antiche vie acciottolate, i maestosi palazzi e le piazze affascinanti hanno aggiunto un tocco di magia al nostro cortometraggio.

Questo cortometraggio adesso rimarrà per sempre un ricordo indelebile della nostra gioventù.

Non importa quanto siano grandi o impossibili i nostri sogni, questa esperienza ci ha insegnato che è possibile renderli realtà.

E ora, grazie a questa avventura a Siena, siamo pieni di fiducia e pronti ad affrontare qualsiasi sfida che la vita ci riserverà.

Nel 1978, un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Eugenio Curiel di Padova si reca a Siena per girare un cortometraggio nel famoso Palio. Con passione e talento, il regista Alberto cattura l'essenza di Siena, mentre io dono alla sua opera una colonna sonora coinvolgente. Questa esperienza ci ha insegnato l'importanza della passione e della creatività nel perseguire i nostri sogni. #cortometraggio #Siena #passione

YouTube player
Video “Super Ciuk alla riscossa La rinascita di un cortometraggio” tratto dal film in pellicola Super8 "La seconda B 1975-1976" per la Regia di Alberto Bottiglione - AB FILM di Padova

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.