Villa Selvatico a Battaglia Terme (PD) nell’anno 1976

La passione per la fotografia e la video creatività

Siamo negli anni ’70 e Giorgio con il fratello maggiore Mauro ed alcuni amici tra cui il caro amico scomparso Fabio Foladore, giravano spesso per i colli e lungo la ferrovia sempre alla ricerca di angoli nuovi da scoprire. Una cosa in modo particolare li incuriosiva, visitare Villa Selvatico ed il suo meraviglioso parco in quanto il suo fascino li aveva a dir poco stregati. L’adrenalina era tanta poiché avevano paura che il custode li scoprisse, ma altrettanta era la curiosità. Furbescamente riuscirono ad entrare e con grande interesse visitarono ogni angolo di quella villa. Erano talmente suggestionati da sentirsi parte di Lei, come avessero già vissuto in un’altra era quei momenti. Una cosa però saltò subito all’occhio di tutti loro, lo stato di degrado ed incuria al quale era stata lasciata. Ne parlarono al tempo con la professoressa di storia dell’arte a scuola, con l’amico Franco Sandon e con suo fratello Gianni e da qui nacque l’idea di costituire un comitato per la salvezza della Villa Selvatico, il C.V.S.. Vennero scattate inoltre parecchie fotografie che vennero poi  inserite  in una mostra, l’idea era quindi di rendere pubblica la situazione in cui versava questa splendida perla dell’arte e sensibilizzare quindi il paese. Va aggiunto un vivo ringraziamento all’amico e compagno di liceo Alberto Bottiglione con il quale poterono realizzare questo breve filmato che versa in  discrete condizioni di conservazione.

La sua posizione su Google Maps

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: