E Gesù disse…nascerò sull’acqua

La passione per la storia e gli eventi locali raccontati attraverso la fotografia e la videocreatività

E Gesù disse…nascerò sull’acqua

Cosa rappresenta per noi il Presepio o il Presepe, qual’è il significato per le nostre menti ed il nostro cuore?

Per me non è solamente il ricordo di quand’ero bambino, quando la mamma Anna e la nonna Maria andavano sui colli vicini al nostro antico borgo di Battaglia Terme, per raccogliere il muschio fresco e stenderlo in quel metro quadrato di superficie, per allestire in casa un qualcosa di sacro, di divino qual’era la rappresentazione della natività in miniatura. Non esiste per me solo l’innegabile profumo e le sensazioni dei ricordi, ma anche quello che mi hanno trasmesso, l’Amore, il calore della famiglia, il vero significato della comunità, sono valori che difficilmente posso dimenticare.

Al di là del nostro rispettabile credo personale, della nostra spiritualità e di come viviamo questo magico momento credo che oggigiorno siamo tutti d’accordo che il Santo Natale abbia purtroppo assunto un aspetto prettamente commerciale e di grande consumismo. Immancabilmente questo è un periodo di gioia per tutti, ma è anche un momento di riflessione ed a volte di grande sofferenza per coloro che si portano appresso problemi di salute, di incomprensioni famigliari e quant’altro.

Già nel 1976 assieme ad alcuni amici del Patronato di Battaglia Terme realizzai secondo un pensiero condiviso qual’era l’idea del Natale, nelle foto a seguire alcune fasi della costruzione del presepio presso la nostra Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Apostolo. Al tempo era una previsione, oggi è una realtà fatta prevalentemente di avere e non dare, di pretendere e non donare.

Presepio a Battaglia Terme nel 1976 nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Apostolo
Presepio a Battaglia Terme nel 1976 nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Apostolo
« 1 di 6 »

Voglio però essere sempre positivo, è nella mia natura di Cristiano. Voglio pensare che Gesù è sempre tra noi ogni giorno dell’anno, che Natale è ogni giorno nei nostri cuori e che domani sarà un giorno più bello e positivo.

Se vi capita quindi di passare per il mio paese, il paese d’acque, soffermatevi in prossimità del Ponte dei Cavalanti qui a Battaglia Terme per ammirare il Presepio costruito con maestria ed estrema cura da appassionati compaesani sopra un antico burcio, una tradizione che continua da tantissimi anni e che ha nel tempo avuto sempre una continua evoluzione, come testimonia il video a seguire.

Il titolo che ho dato a quest’articolo non è frutto della mia personale fantasia, ma ne ho tratto lo spunto dal sito web del Comune di Battaglia Terme il quale presenta il Presepio sull’acqua della nostra comunità così: “La terra è rumorosa: troppi suoni, troppa confusione. Ho deciso disse Gesù…nascerò sull’acqua”.

 

Benvenuto Gesù nel nostro antico borgo e nei nostri cuori!

 

 

2 Responses

  1. Giorgio Ferrato ha detto:

    Carissimo Bruno grazie innanzitutto per il tuo commento. Sono d’accordo con te, i volontari che contribuiscono alla realizzazione di quest’opera, di questo simbolo Cristiano, sono degli artisti. Vorrei che il presepio ed il Natale fosse tutti i giorni nel nostro cuore, ma basta guardarsi attorno e vedere che non è così, purtroppo.

  2. Bruno Savin ha detto:

    Bravi i presepisti e anche i tecnici che si sono dati da fare con buona volontà. Sono stati bravi e credo che ci credano con convinzione ai messaggi che il presepio manda a tutto il mondo. Speriamo che vengano ascoltati e messi in pratica…… specialmente in questi giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: