Battaglia Terme Pontelongo navigando lungo il Canale Vigenzone

La passione per la fotografia e la video creatività

Siamo nel 1998, ed esattamente Domenica 31 Maggio. Una data storica per lo svolgimento della XVIII edizione della “Remada a seconda”, in quanto dopo trent’anni di inattività, le porte della conca di navigazione a Battaglia Terme si sono riaperte, per lasciar passare e navigare le imbarcazioni che partecipavano a questa importante manifestazione sportiva. Questo manufatto unico in Europa ed inaugurato da Benito Mussolini il 1° Giugno del 1923, è stato testimone nel tempo del lavoro e delle fatiche dei “barcari”, che per tanti anni magistralmente hanno condotto le loro imbarcazioni da Padova a Monselice, da Battaglia Terme a Pontelongo e poi a Chioggia, cariche di materiale da costruzione, di prodotti agricoli e combustibili. Quel giorno, saliti a bordo del mototopo Giorgio comandato da Riccardo Cappellozza, ci siamo lasciati trasportare lentamente nelle acque del Vigenzone per poi entrare nel fiume Bacchiglione sino a raggiungere il paese di  Pontelongo. E’ stato come riscoprire il passato, immergendosi nella pace e nella tranquillità della natura, lontani così dal quotidiano grigiore del soffocante traffico automobilistico. In questo giorno abbiamo quindi riscoperto alcuni importanti valori del passato offuscati dal presente. La partenza è avvenuta da Battaglia Terme per proseguire verso Pernumia (passo Acquanera), Due Carrare (Ponte de Riva), Cartura (Cagnola), Bovolenta e Pontelongo l’arrivo. Durante il viaggio sono state previste alcune soste di carattere “tecnico” per rifocillare gastronomicamente i partecipanti e non, senza mancare la famosa Cuccagna denominata ”Brinca el sacheto” in Località Ponte de Riva. Il filmato è in versione integrale senza l’aggiunta di alcuna colonna sonora musicale, ed ho voluto trasmetterlo così affinché tutti coloro che vi hanno partecipato e non, possano godere appieno delle immagini e dei ricordi, mantenendo soprattutto viva la memoria su chi non è più tra di noi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: